Obiettivi f​ormativi


 

Al termine degli studi relativi ai vari corsi accademici di primo livello, gli studenti devono avere acquisito conoscenze tecniche e competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica.

A tal fine sarà dato, all’interno dei corsi relativi agli specifici strumenti, particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti.

Nei corsi relativi al Canto particolare rilievo sarà dato allo studio del repertorio vocale più rappresentativo (operistico, sinfonico, sacro, cameristico) e delle relative prassi esecutive, sempre con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Durante il corso in Lied e oratorio in lingua tedesca particolare rilievo sarà dato allo studio del repertorio liederistico ed oratoriale di tradizione tedesca e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti e in duo con il pianoforte.

Nei corsi di Composizione, Direzione, Nuove Tecnologie e Musica sacra, particolare rilievo sarà dato allo studio delle principali tecniche e dei linguaggi compositivi più rappresentativi di epoche storiche differenti. Specifiche competenze devono essere acquisite nell’ambito della strumentazione, dell’orchestrazione, della trascrizione e dell’arrangiamento, ovvero nella direzione d’orchestra, ovvero allo studio del repertorio musicale elettroacustico, storico e contemporaneo, e all’approfondimento delle metodologie analitiche proprie, compresa la storia delle tecnologie elettroacustiche ed informatiche applicate alla musica. Nel corso di Musica sacra viene dato particolare rilievo allo studio del repertorio vocale ed organistico liturgico - incluso quello d’insieme -  e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Adeguate competenze devono inoltre essere acquisite nell’ambito della composizione riferita allo specifico della vocalità corale liturgica e del repertorio organistico liturgico.

Infine, per quanto concerne il Corso accademico di I livello (da non confondersi con il Biennio abilitante) in Didattica della musica e dello strumento, particolare rilievo sarà dato all’acquisizione degli strumenti pedagogici e psicologici fondamentali e allo studio delle principali tecniche strumentali e vocali e dei linguaggi compositivi relativi all’ambito della didattica della musica. Adeguate competenze devono essere acquisite nell’ambito della pratica vocale e della coralità. Particolare rilievo riveste lo studio della tecnica vocale e strumentale nella sua pratica solistica e d’insieme e nei riferimenti storici. Specifiche competenze vanno conseguite nell’ambito delle metodologie didattiche riferite all’insegnamento della musica e dello strumento elettivo o del canto.

Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione.

Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.